Blog

24 Novembre 2016

Ogni mezzo ha il suo contenuto. Il “tone of voice” per ogni social. Stop alla sincronizzazione simultanea.

Come afferma Marta Valsecchi Direttore Osservatori Internet Media e Mobile Strategy degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, credere che i social media non riguardino il business di un’azienda è un grave errore. Troppi esempi dicono già il contrario.
Ma perchè non possiamo fare a meno di una strategia social?

I quattro social principali – sui quali è basato anche il percorso dell’Osservatorio Social Network del Politecnico di Milano – sono Facebook, LinkedIn, Twitter ed Instagram.

Si tratta di piattaforme molto diverse tra loro, per target, permanenza e finalità di utilizzo. Per questo per ognuna di esse è necessaria una pianificazione a se stante e una conoscenza delle corrette modalità di ingaggio degli utenti.

Sappiamo, per esempio, che in Italia, Facebook è il Social Network più frequentato: ben il 90% degli utenti iscritti vi accede quasi tutti i giorni. Nessun’altra piattaforma può vantare un utilizzo così costante da parte degli utenti. Segue Instagram, con il 63% degli accessi giornalieri, poi Twitter e Pinterest con meno della metà degli utenti registrati che lo utilizza tutti i giorni.

Leggi l’art. completo su: Linkedin Pulse
Segui INBRAND  

 

Blog, Senza categoria
About INBRAND

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat